Il blog di Federico Bruno

[How to] Canon A720 IS – CHDK

Posted by federicobr su 13 ottobre 2008

Il regalo che mi ero fatto per la maturità conseguita è stato l’acquisto della fotocamera digitale Canon A720 IS. Una compatta con caratteristiche ottime al prezzo abbastanza basso per cui si può trovare.

Le caratteristiche principali sono: 8.0 megapixel di risoluzione, zoom ottico 6x stabilizzato, funzione Face Detection per mettere a fuoco fino a 9 visi inquadrati, schermo LCD 2,5”, registrazione filmati in qualità VGA.

La macchina mette anche a disposizione un controllo “Full Manual” per impostare manualmente tutti i parametri dello scatto.

Già prima dell’acquisto avevo sentito parlare su alcuni forum del CHDK e avendo un po’ di tempo ho voluto provarlo.

Il CHDK, ogni tanto chiamato anche erroneamente firmware, è un software open source che può essere copiato nella memory card usato con la fotocamera e, venendo caricato all’accensione, aggiunge varie funzioni alle Canon compatibili.

La lista delle aggiunte:

  • Shooting in RAW, with RAW Average, RAW Sum, and RAW Develop features
  • Live histogram (RGB, blended, luminance and for each RGB channel)
  • Zebra mode (live-view under/over-exposure subject-area alerts)
  • DOF-calculator, Hyperfocal-calculator with instant Hyperfocal and Infinity focus-set, and more
  • Battery indicator
  • RAW and Video space-remaining gauges with custom low-limit alerts
  • Scripts execution (exposure/focus/bracketing, intervalometer and more)
  • USB-cable remote shutter-release
  • Motion-Detection triggered photography (fast enough to capture lightning strikes)
  • Customizable high-speed continuous (burst) Tv, Av, ISO, and Focus bracketing (unlimited shots)
  • 99 constant bit-rate and 10 constant-quality video compression levels
  • 1 Gig video-size limit removed in earlier cameras
  • Zoom during video for cameras without
  • Shutter, Aperture, and ISO Overrides (shutter speeds of 64″ to 1/10,000″ and higher)
  • High-speed Flash Sync at all speeds up to 1/64,000 second (even faster in some cameras)
  • Custom framing, cropping, and alignment viewfinder Grids (user editable)
  • File browser
  • Text reader
  • Calendar
  • Some fun tools and games :)
  • Fully customizable CHDK display, info placement, user-colors, fonts in menus, etc.
  • Custom CHDK User-Menu (for instant recall of up to 10 favorite functions)
  • And other features too numerous to mention here. See the CHDK Firmware and Allbest Firmware usage pages for a more complete overview.

Già solo l’aggiunta dell’indicatore di batteria permanente risolve una dimenticanza abbastanza fastidiosa.

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa è utile controllare la versione di firmware installato al momento sulla fotocamera:

  1. si crea un file, anche vuoto, chiamato ver.req;
  2. lo si carica sulla scheda di memoria;
  3. si accende la macchina in modalità visualizzazione;
  4. si preme contemporaneamente il tasto centrale FUNC SET e il tasto display: si ottiene sullo schermo una stringa di testo che indica la versione del firmware.

A questo punto saremo sicuri di poter utilizzare il CHDK sulla fotocamera. E’ quindi necessario procedere con il download dell’archivio contenente i file del CHDK relativi alla fotocamera in nostro possesso da questo link.

Di seguito riporto il procedimento necessario per le fotocamere che montano sistema operativo DryOs come la mia.

Da questa pagina si scarica il programmino Card Tricks. Si inserisce la SD in un lettore di memorie, si avvia il programma, si seleziona il percorso della memoria sulla quale operare e si clicca “format as FAT”, quando ha finito si procede cliccando “make bootable”. Prima di questa operazione controllate che la linguetta della SD sia su “non protetta”.

Ora si può estrarre il contenuto dell’archivio scaricato sulla scheda di memoria. A questo punto è sufficiente estrarre la SD dal lettore, mettere la linguetta in configurazione “lock” (per rendere la chiavetta autoavviabile) e inserirla nello slot della fotocamera. Al momento dell’accensione verrà caricato il CHDK e si potranno sfruttare tutte le funzioni aggiunte.

Per accedere alle funzioni si dovrà entrare in modalità “ALT” per fare ciò è sufficiente schiacciare il bottone del “direct print” (quello che lampeggia per una frazione di secondo di blu al momento del caricamento del CHDK). Prememndo il bottone apparirà in basso sullo schermo “Default Script <ALT>”, premendo menù si potranno modificare le impostazioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: